12 qualità che il tuo partner di sviluppo software dovrebbe avere

Outsourcing o sviluppo software in-house?
Questi 12 criteri ti semplificano la vita e fanno risparmiare tempo

Sviluppare in azienda o esternalizzare? Prima o poi, tutti gli imprenditori si ritrovano ad affrontare almeno una volta questa decisione nel loro percorso. Entrambe le opzioni hanno degli inevitabili pro e contro. Anche se – in termini progettuali – il cosiddetto outsourcing può offrire enormi vantaggi rispetto allo sviluppo software interno. Ma come scegliere il Partner di Sviluppo ideale per il tuo progetto?

Ogni volta che mandi una richiesta, ricevi soluzioni di vario tipo che spaziano da poche migliaia a centinaia di migliaia di euro, in base alla complessità. Scegliere l’opzione migliore può diventare un incubo, perché quasi tutti promettono il mondo prima dell’assegnazione del progetto.

I costi di sviluppo non dovrebbero mai essere l’unico fattore da considerare, perché se non scegli un buon Partner di Sviluppo Software dovrai sostenere spese enormi per modificare le tue app, accumulando ritardi su ritardi.

Noi di Brain Computing li chiamiamo “Progetti S.O.S.” e, fidati, capitano spesso. Tuttavia, ne accettiamo solo alcuni, perché risolvere il problema di qualcun altro non è mai facile.

Ecco perché abbiamo lanciato questo ebook sui 12 criteri fondamentali per valutare il tuo prossimo partner di sviluppo software.

Questo ebook di 15 pagine ti spiegherà nel dettaglio:

  • I documenti-chiave che dovresti chiedere al tuo Partner di Sviluppo Software
  • Come valutare l’esperienza tecnologica
  • Quanto conta l’esperienza maturata nei progetti precedenti
  • Metodologia di esecuzione
  • Modello di acquisizione e di lavoro

In sintesi, questo ebook gratis ti aiuterà a porre le domande giuste, in modo da individuare il miglior Partner di Sviluppo Software per il tuo prossimo progetto.

Scarica la guida

Brain Computing Sviluppo software

Richiedi il tuo e-book 100% gratis