Blog
blockchain

In un mondo in cui le tecnologie blockchain procedono a gonfie vele in tutti i settori d’impresa, quello del turismo sembra ancora fermo un binario morto. Esaminiamo le principali problematiche del settore, le possibili soluzioni proposte da un esperto e alcuni casi di successo. Benvenuti nel futuro dell’ospitalità e del turismo…

Cosa sbagliano tutti nel settore dell’ospitalità?

La fiducia nella ricerca organica – Supporre che la tecnologia risolva tutti i problemi legati ai risultati di ricerca è da ingenui.

Con decine di aggregatori e centinaia di piattaforme simili a Booking raggiungibili in pochi click, i consumatori sono messi di fronte a infinite opzioni che non portano da nessuna parte e complicano la scelta.

Di conseguenza, anche l’azione di scegliere un’attività rilassante si trasforma in un vero fardello, spesso negativo a livello emotivo e pieno di complicazioni economiche.

Le prenotazioni – Come se non bastasse, prenotare è ancora più complicato.

Ciò che dovrebbe aiutare i clienti suggerendo prenotazioni, aggregatori online e agenzie turistiche convenienti, è diventato un motivo di frustrazione a causa della disinformazione, dei costi nascosti e di elenchi di opzioni poco chiare. Gli intermediari a volte confermano le prenotazioni molto velocemente, il che diventa un grosso problema quando un viaggiatore arriva in un hotel sovraffollato! In più, ci sono problemi con la privacy e le transazioni sicure.

Le valutazioni – Non sorprende che i turisti preferiscano andare in vacanza nei posti raccomandati dai propri amici o soggiornare negli hotel scelti dal loro datore di lavoro durante nei viaggi di affari.

L’assegnazione di valutazioni e recensioni da parte degli utenti sembra aver già risolto i problemi summenzionati. Ma negli USA, ogni famiglia-tipo partecipa a 29 diversi programmi di fidelizzazione (ancora una volta) effettuando una scelta tra innumerevoli opzioni.

Inoltre, negli ultimi 20 anni, l’industria alberghiera internazionale ha sofferto molto delle segmentazioni e sovrapposizioni all’interno del mercato. Le catene di alloggi hanno iniziato a concentrarsi su una specifica nicchia di viaggiatori, creando ulteriori distinzioni per acquisire un pubblico di riferimento e convincerlo a preferire una particolare meta. E chi gestisce un franchising teme che lo stesso franchisor possa “competere con se stesso”, ampliando le possibilità di scelta.

La forza lavoro – Un altro problema riguarda le opportunità di carriera nel turismo internazionale.

Secondo Schoffstall, oltre il 66% degli studenti intervistati, che frequentavano corsi di studi sull’ospitalità, ha confermato di aver costruito la propria carriera in questo settore. Anche se il 17% dei neolaureati, al momento della scelta, concordava sul fatto che non avevano alcuna intenzione di puntare in alto. È interessante notare che gli ex-studenti del settore alberghiero internazionale delineavano 3 principali requisiti mancanti:

  • Lavoro significativo, in particolare la capacità di risolvere problemi importanti
  • Incremento delle attività o diversificazione delle figure aziendali
  • Miglioramento delle relazioni tra membri del personale e consiglio di amministrazione

I partecipanti al sondaggio hanno ammesso che i manager hanno assegnato una quantità insopportabile di compiti da completare tutti insieme. Quando i problemi si manifestano già sulle risorse umane, nessuna tecnologia può essere d’aiuto. Tuttavia, esistono prove tangibili che alcuni sistemi  possono aiutare a organizzare meglio il flusso di lavoro.

Credits to: Freepik

Quali sono le tendenze di domani?

Quando Airbnb è apparso sul mercato, gli hotel hanno preso questa “minaccia” molto sul serio. Oltre a fronteggiare una concorrenza già spietata, hanno dovuto diventare veri e propri “innovatori” per unire servizi di alto livello, gradimento ed esigenze particolari di un pubblico eterogeneo. E hanno dovuto anche affrontare in modo più specifico e accurato ciascuno dei problemi precedenti.

“La civiltà avanza incrementando il numero di operazioni importanti che possiamo eseguire senza occuparcene.”

– Alfred North Whitehead

Sekhar Mallipeddi, direttore e consulente trasporti e logistica presso PwC , ha sottolineato che il settore dell’ospitalità manca di regolamento centralizzato tra le aziende del settore. Questo ci porta a casi concreti di utilizzo della tecnologia blockchain.

Un’altra opportunità, infatti, consiste nell’uso di contratti intelligenti per il controllo di documenti e carte di credito. Questo sistema esclude le commissioni, semplifica il processo e consente accordi transitori, societari, di gruppo, all’ingrosso e consorzi. Altre tendenze includono:

  • Tariffe in tempo reale e affidabili, regole di tracciamento e disponibilità
  • Migliore organizzazione dei contratti per gli intermediari e non solo
  • Tracciamento degli eventi
  • Integrabilità con programmi di terze parti

Così, le piattaforme per il turismo che desiderano abilitare servizi aggiuntivi “premium” in modo trasparente e automatico avranno bisogno dell’aiuto delle tecnologie blockchain. Ad esempio, servizi come Travala (ex Concierge) propongono un metodo di prenotazione rinnovato che punta all’efficienza, zero overbooking e poche o zero commissioni.

Oggi una rete di hotel può memorizzare tutti i programmi di fidelizzazione sulla stessa blockchain e le aspettative dei nuovi clienti possono essere soddisfatte grazie allo scambio reciproco di servizi e funzioni.

Immagina di pagare una mattinata da Starbucks con le “miglia” American Airlines che hai guadagnato con il volo della notte scorsa… E che ne dici di un giro gratis su Uber con la tua cena di stasera?

Mentre l’utilizzo di tecnologie non ha ancora raggiunto il massimo della produttività, il Gruppo tedesco TUI sta attualmente testando le blockchain nella sua rete di tour operator per implementare la sua “app di scambio posti letto”. In definitiva, gli hotel diventano ambienti intelligenti.

Il giorno in cui un hotel sarà in grado di generare ID (codici identificativi) intelligenti per personalizzare un’offerta o semplificare il check-in è molto vicino. Finalmente, il sistema di gestione saprà se l’ospite è idoneo per servizi premium, premi fedeltà o tariffe mirate senza chiedere all’ospite di mostrare il codice aziendale o buono sconto.

Ecco altri esempi:

  • Tracciamento bagagli
  • Affitti case vacanze
  • Prevenzione frodi
  • Piccole transazioni

blockchain

Credits to: Freepik – Designed by rawpixel.com

Interoperabilità dei servizi

In particolare, la distribuzione delle blockchain e l’interconnessione delle reti globali continuano ad aumentare. Qualcuno ha già sottolineato che le  blockchain potrebbero essere utilizzate allo stesso modo per gli accordi interni aziendali, per esempio tra un hotel e una compagnia aerea.

Nel 2015, una rete di pagamenti denominata Universal Air Travel Plan (UATP), di proprietà di compagnie aeree come American Airways, British Airways e Lufthansa, ha collaborato con Bitnet, un fornitore di pagamenti bitcoin. È stato un primo passo per aumentare l’interoperabilità dell’ospitalità, coinvolgendo oltre 260 compagnie aeree nella rete.

Anche AXA, compagnia assicurativa francese, ha sperimentato un ulteriore elemento per automatizzare il risarcimento dei voli in ritardo sfruttando contratti intelligenti. Quindi, se un ritardo di oltre 2 ore viene registrato dalla blockchain, il risarcimento viene automaticamente trasmesso al cliente, eliminando reclami o contestazioni assicurative.

Per combattere l’overbooking negli hotel e nei viaggi aerei, la combinazione di tecnologie automatiche e blockchain consente una forte alleanza. Infatti, mentre con l’automazione possono filtrare il flusso di turisti, con le blockchain possono verificare informazioni aggiornate attraverso le reti distribuite dei partner e prevenire gli errori.

Infine, le blockchain interessano la riduzione dei costi e la massimizzazione dei profitti all’interno delle grandi imprese. Alcuni servizi possono automatizzare i risarcimenti e la riassegnazione dei voli, vendendo i posti liberi a passeggeri dell’ultimo minuto. Questo contribuirà ad evitare ritardi che risultano molto costosi alle compagnie aeree.

Nuove infrastrutture in arrivo

È fondamentale conoscere, fin da subito, tutti i progetti in via di sviluppo. Anche quando una determinata tecnologia si dimostra efficace e sicura al 100%, ci vogliono anni per distribuirla su larga scala. Tuttavia, i marchi internazionali comprendono l’importanza di nuove opportunità che offrono un vantaggio competitivo. Inoltre, con il supporto dei vari governi e di centinaia di aziende che stanno esplorando il settore, è solo una questione di tempo.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi altri contenuti del blog.


Sviluppa Blockchain per il Turismo – Clicca per info


 

Related posts

Leave a comment