Programmatori outsourcing: 7 motivi per cui un team “esterno” funziona

Oggi il mondo del lavoro è sempre più smart. Per questo, tanti scelgono programmatori outsourcing per vincere la sfida del digitale. Ma è un sistema sostenibile?

Programmatori outsourcing o team interno? Questo dilemma attanaglia piuttosto spesso gli imprenditori che desiderano crescere rapidamente. Ma è davvero necessario disporre di un reparto di sviluppo software in house per competere nel digitale? Proviamo a rispondere.

Attualmente sono sempre più numerose le aziende che scelgono di affidare diverse sezioni del proprio progetto a team di sviluppo differenti (nel mondo delle startup, qualcosa di simile avviene con il “remote working“, un ibrido tra full outsourcing e team interno: vedi ad esempio Userbot).

Questo perché è molto utile avere dei team focalizzati sulla propria specifica area di competenza, e non necessariamente tutti interni all’azienda. Ma il motivo alla base di questa scelta sembrerebbe essere anche un altro.

Nel 2018, l’indice di dimissioni spontanee ha continuato a subire un incremento stupefacente (l’Italia è il Paese con il maggior numero di cervelli in fuga, secondo l’Ocse). Una situazione che ripropone, a livello nazionale, gli stessi numeri record dell’esodo degli anni Cinquanta: ben 285.000 talenti “emigrati” in un solo anno. Una problematica che affligge direttamente e indirettamente soprattutto le imprese, stritolate dalle politiche in vigore e sempre più in difficoltà con i loro dipendenti.

Ecco perché la crescita passa anche attraverso l’esternalizzazione. Acquisire programmatori e sviluppatori fidati in outsourcing può rivelarsi il metodo più prezioso per proseguire tutte le attività anche nel digitale, pur senza rimanere indietro rispetto ai competitors.

7 vantaggi indiscutibili

  • Maggiore rapidità

Quando lavori con un team esterno, gli sviluppatori sono focalizzati esclusivamente sulla consegna del tuo progetto, e nel più breve tempo possibile.

Dopo aver ottenuto la tua software suite o app, puoi scegliere di continuare ad affidarti al medesimo team di sviluppo per i nuovi progetti, oppure ad altro gruppo di sviluppatori più specifico. In ogni caso, non avrai nessun vincolo se non quello relativo al contratto in essere, e fino alla chiusura del progetto.

  • Spese più sostenibili

Che si tratti di un progetto molto esteso, oppure di una realizzazione piuttosto semplice, affidarsi a programmatori outsourcing ti consente di abbattere i costi. A patto, ovviamente, di scegliere un team di sviluppo affidabile.

  • Non devi preoccuparti del COME

Se non hai le competenze interne per gestire un progetto di sviluppo software, puoi delegare la soluzione ad un team ingaggiato per farlo. Anche se potresti arrivarci da solo, chi ha competenze specifiche può aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi molto più in fretta. E questo ha un impatto proporzionale alla velocità con cui potrai guadagnare e “rientrare” nelle spese del budget impiegato.

  • Non devi spendere per formazione e consulenze extra

Se hai un team specifico già all’opera, non hai bisogno di consulenti o formatori per le tue risorse interne. E questo rende più agile la realizzazione dei progetti in essere.

  • Limiti i problemi interni, ti concentri sui tuoi obiettivi

In alcuni casi, la gestione delle HR sottrae tempo prezioso alla pubblicazione del software aziendale. Se hai un team di programmazione in outsourcing, questo problema sarà una spunta in meno nella tua lista di questioni da affrontare.

  • Continui ad essere competitivo

Anche se le risorse interne diminuiscono, sei sicuro di avere degli specialisti pronti ad aiutarti ed accompagnarti verso la soluzione migliore. Ancora una volta, puoi gestire in modo più semplice tutti i processi di sviluppo.

  • Puoi valutare più serenamente i progetti su cui investire

Quando arriva il bilancio a fine anno, può capitare di riflettere diversamente su alcune scelte effettuate. Se hai un unico tema di sviluppo interno, potrebbero verificarsi accavallamenti e ritardi che hanno un impatto evidente quando si tirano le somme.

Assicurandoti uno o più team di sviluppo in outsourcing, puoi valutare su quali progetti puntare basandoti su un preventivo chiaro, e con variabili non soggette alla tua organizzazione interna.


In conclusione, vediamo in quali casi dovresti scegliere un team di programmatori outsourcing e quando, invece, è meglio riflettere con attenzione sugli eventuali pro e contro.

Da preferire se:

  • Vuoi controllare meglio il tuo budget, al netto di eventuali ritardi o rischi
  • Cerchi una soluzione rapida e, in prospettiva, più economica
  • Non sai come assumere e selezionare le risorse giuste
  • Vuoi un team specializzato e maggiore flessibilità
  • Vuoi espanderti o migliore la presenza sul web, anche in assenza di risorse interne

Da non preferire, se:

  • Intendi formare il tuo personale per avviare un gran numero di progetti di sviluppo, anche complessi, nei prossimi anni
  • Vuoi investire di più nell’espansione interna e ne hai la possibilità Vuoi avere il controllo totale ed esclusivo su ogni singola fase del progetto
  • Vuoi creare un team selezionato personalmente, condividendo l’intera storia aziendale
  • Non sai come individuare un team di programmatori outsourcing

Su quest’ultimo punto, però, abbiamo già una soluzione per te.

Scarica qui la nostra guida e scopri come individuare il team di sviluppo perfetto.

Oppure, passa all’azione: i nostri professionisti ti aspettano per raggiungere insieme nuovi obiettivi.

Puoi contattarci da qui.

Related posts

Leave a comment